Skip to content
back
back
back
back
back

Salute articolare

Da oltre 30 anni ci dedichiamo al trattamento delle malattie muscolo-scheletriche

Oltre 1,7 miliardi di persone al mondo soffrono di problemi muscoloscheletrici e fino a un terzo delle persone di tutte le età ne sono colpite nel corso della vita

Le malattie reumatiche e muscoloscheletriche comprendono più di 200 diverse condizioni dolorose dell’apparato locomotore principalmente a carico delle articolazioni, ma anche di altri tessuti e organi interni. Di solito sono causate da problemi del sistema immunitario e da infiammazioni o deterioramento graduale del sistema locomotore I sintomi più comuni sono dolore, gonfiore e rigidità, spesso associati a rottura delle articolazioni o delle ossa, disabilità e perdita della capacità lavorativa. Alcune di queste patologie insorgono all’improvviso e sono di breve durata, ma molte di esse sono a lungo termine e peggiorano nel tempo. Le malattie reumatiche e muscoloscheletriche sono le principali cause di disabilità in tutto il mondo. Altre conseguenze per i pazienti sono una riduzione della qualità della vita, la riduzione della funzione fisica e spesso la mortalità prematura.

Fonte: EULAR e OMS

Oltre 340 milioni di pazienti affetti da osteoartrite nel mondo

L’osteoartrite è la causa più comune di disabilità negli anziani. L’osteoartrite (OA) è una patologia cronica caratterizzata dal deterioramento della cartilagine delle articolazioni che provoca lo sfregamento delle ossa e rigidità, dolore e difficoltà di movimento. La malattia colpisce più comunemente le articolazioni delle ginocchia, delle mani, dei piedi e della colonna vertebrale ed è relativamente comune nelle articolazioni della spalla e dell’anca. L’OA è correlata all’invecchiamento, ma è anche associata a vari fattori di rischio, tra cui obesità, mancanza di esercizio fisico, infortuni sul lavoro e traumi. Attraverso varie strategie che vanno dalla terapia fisica ai dispositivi medici, dai farmaci alla chirurgia, il trattamento dell’OA mira ad alleviare il dolore e a migliorare la qualità della vita.

Fonte: OMS

Il 30% delle visite muscolo-scheletriche dal medico di base riguarda le tendinopatie.

I tendini collegano i muscoli alle ossa, resistendo a tensioni importanti per consentire il movimento. Tuttavia, lo sforzo eccessivo cronico o attività faticose possono causare il danneggiamento dei tendini, portando a tendinopatie caratterizzate da dolore tendineo e una riduzione delle prestazioni fisiche. Sebbene la tendinopatia possa verificarsi in qualsiasi tendine, è più comune in prossimità di spalle, gomiti, polsi, ginocchia e talloni. Le tendinopatie colpiscono particolarmente la popolazione attiva, sia atleti che non atleti. La guarigione delle tendinopatie può richiedere fino a diversi mesi, causando importanti limitazioni nella vita quotidiana e nelle attività lavorative dei pazienti. Possono migliorare il quadro clinico il riposo e la terapia medica conservativa o interventistica.

Fonte: Kaux et al. Current opinions on tendinopathy, 2011

In tutto il mondo, 1 donna su 3 e 1 uomo su 5 di età superiore ai 50 anni subiscono fratture da osteoporosi

L’osteoporosi è una patologia per cui le ossa perdono la loro densità, diventando più porose, sottili e fragili. Diversi fattori possono aumentare il rischio di osteoporosi, tra cui l’invecchiamento, lo stile di vita, le condizioni mediche e alcune terapie. Le donne in particolare sono più a rischio perché i cambiamenti ormonali che avvengono dopo la menopausa influiscono negativamente sulle ossa. L’osteoporosi è spesso una “malattia silenziosa” fino a quando i pazienti non subiscono fratture causate da eventi minori o non traumatici. Le fratture più spesso associate all’osteoporosi sono alla colonna vertebrale, all’anca e al polso. Tali fratture da fragilità provocano dolore, disabilità e rendono estremamente difficili le attività quotidiane, causando la perdita di indipendenza del paziente. La prevenzione e il trattamento dell’osteoporosi e delle sue complicanze comprendono alcuni cambiamenti nello stile di vita oltre alla terapia medica.

Fonte: Osteoporosis Foundation

Fino a 4 persone su 10 soffriranno di sciatica nel corso della vita

Le neuropatie periferiche comprendono tutti i disturbi che alterano la struttura e la funzione di un nervo. Le neuropatie possono avere varie cause (infettive, metaboliche, autoimmuni ecc), ma la più comune è la compressione meccanica del nervo in un qualsiasi punto del suo percorso. Uno dei punti di compressione più comuni è l’ultimo tratto della colonna vertebrale. Queste neuropatie meccaniche causano una disabilità importante dovuta principalmente al dolore, di solito a livello della zona lombare (lombosciatalgia) o del collo (cervicobrachialgia), che poi si irradia lungo tutto il percorso del nervo, nelle gambe o nelle braccia, dando una sensazione simile a delle scosse elettriche. Possono accompagnare il dolore anche altre anomalie della sensibilità tattile o della forza muscolare, spesso rendendo il trattamento delle neuropatie una sfida complessa.

Fonte: Davis D, Maini K, Vasudevan A. Sciatica. StatPearls. 2021

PROBLEMI MUSCOLOSCHELETRICI
1,7 miliardi di persone
OSTEOARTRITE
340 milioni di pazienti
SCIATICA
4 persone su 10
Brand
Hyalgan
Hyalubrix
Linea Hymovis
Nodigap
CartiJoint
Hyalotend
Linea Hy Tissue

Scopri gli altri focus

Riparazione Tissutale

Eye Care

Medicina Estetica

Anti-Infettiva

Cardiovascolare

Neuroscienze

Ginecologia